Bando Inail Isi Agricoltura 2016

L’Inail finanzia gli investimenti per l’acquisto o il noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali o di macchine agricoli e forestali, caratterizzati da soluzioni innovative per l’abbattimento delle emissioni inquinanti, la riduzione del rischio rumore, il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali delle aziende agricole.

OBIETTIVO

Isi Agricoltura InailIncentivare le microimprese e le piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli all’acquisto o al noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali o di macchine agricole e forestali, caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti e, in concomitanza, la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

DESTINATARI

Microimprese e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli.

PROGETTI AMMESSI A CONTRIBUTO

Sono ammissibili i progetti di acquisto o noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali o di macchine agricoli e forestali. Le imprese possono presentare una sola domanda in una sola Regione o Provincia autonoma e per un solo asse di finanziamento.

RISORSE FINANZIARIE DESTINATE AI CONTRIBUTI

Lo stanziamento complessivo per l’anno 2016, pari a 45 milioni di euro, viene ripartito nei seguenti due assi di finanziamento differenziati in base ai destinatari:

  • Asse 1: 5 milioni di Euro, riservati agli imprenditori giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria;
    Asse 2: 40 milioni di Euro, riservati alla generalità delle imprese agricole.

AMMONTARE DEL CONTRIBUTO

Sull’importo delle spese ritenute ammissibili è concesso un contributo in conto capitale nella misura del:

  • 50% per i soggetti beneficiari dell’Asse 1;
  • 40% per i soggetti beneficiari dell’Asse 2.

Il contributo è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’IVA. In ogni caso, il contributo massimo erogabile è pari a Euro 60.000,00, il contributo minimo è pari a Euro 1.000,00.

MODALITÀ E TEMPISTICHE DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda potrà essere presentata sul portale Inail dal 10 novembre 2016 al 20 gennaio 2017.

PRESENTAZIONE POWER POINT DELL’AVVISO PUBBLICO

FacebookTwitterGoogle+Share

Garanzia diretta  (Fondo di Garanzia per le PMI) – L. 662/96

Per poter ottenere credito o per ottenerlo a condizioni più favorevoli, le imprese, soprattutto quelle di minori dimensioni, sono sempre chiamate a presentare garanzie reali, bancarie o assicurative. Il Fondo di garanzia è stato concepito istituzionalmente per alleviare le imprese da questo gravoso onere e sulla quota del finanziamento assistita dalla garanzia del Fondo tali garanzie non possono essere acquisite. Inoltre è riconosciuta priorità nell’istruttoria e nella concessione della garanzia a quelle operazioni non assistite da alcuna garanzia reale, bancaria o assicurativa (cd “altre garanzie”).
Il Fondo Centrale di Garanzia garantisce operazioni finanziarie (finanziamenti a m/l termine e linee di fido bancarie a breve termine) a favore di PMI valutate economicamente e finanziariamente sane.

Fondo-di-garanzia-PMI

FacebookTwitterGoogle+Share

Corso di formazione per lavoratori addetti ai sistemi di accesso e posizionamento mediante funi per lavori in siti naturali o artificiali (Modulo A)

Smart For Work Corso formazioneIl corso, conforme a quanto previsto dal D. Lgs. 81/08, articolo 116 comma 4, è aperto a liberi professionisti, ditte individuali, singoli artigiani e imprese che vogliano formare i propri dipendenti come addetto ai sistemi di accesso e posizionamento mediante funi per lavori in siti naturali o artificiali (Modulo A). Esso avrà una durata di 32 ore, suddivise in un modulo base teorico-pratico di 12 ore (comune sia al Modulo A che al Modulo B) e un modulo tecnico-pratico della durata di 20 ore.

OBIETTIVO

downloadTale percorso formativo per l’esecuzione di lavori temporanei in quota, ove per l’accesso, il posizionamento e l’uscita dal luogo di lavoro si faccia uso di funi, fornisce indicazioni relative ai contenuti minimi del documento di valutazione dei rischi, ai criteri di esecuzione ed alle misure di sicurezza da adottare per lo svolgimento di questa particolare attività in cui l’operatore è esposto costantemente al rischio di caduta dall’alto. Scopo principale è quello di facilitare il compito del datore di lavoro in un particolare settore di attività, caratterizzato dalla presenza prevalente di piccole imprese, in cui la sicurezza e la salute dei lavoratori, esposti costantemente a rischi particolarmente elevati, dipendono principalmente dall’uso corretto di tali attrezzature.

COSTO E ISCRIZIONE

Il costo del corso è di € 600 + IVA a persona.

Coloro già in possesso dell’attestato del Modulo B (alberi), potranno partecipare senza prendere parte al modulo teorico di 12 ore, frequentando solo la parte pratica di 20 ore. Pertanto in questo caso il costo del corso si riduce a € 400 + IVA a persona. Tutto il materiale necessario a ciascun partecipante viene messo a disposizione dall’organizzazione.

DESTINATARI

Tutti i soggetti che effettuano lavori temporanei in quota con impiego di sistemi di accesso e di posizionamento medianti funi, compreso il personale di vigilanza.

LUOGO E DATA

Il corso si svolgerà indicativamente dal 14 al 17 giugno 2016, con orario dalle 9:00 alle 13:00 e dalle 14:00 alle 18:00.

Sede di svolgimento:

Presso Woodpark – Parco Avventura dei Monti Aurunci Srl, Strada Regionale 82 – Via Civita Farnese, Località San Nicola, Itri (LT).

Certificazione

Al termine del corso, previa prova pratica e teorica finale per la verifica delle competenze acquisite, coloro che avranno frequentato almeno il 90% delle ore del corso riceveranno un attestato di certificazione conforme al D. Lgs 235/03 ed alla Conferenza permanente per i rapporti Stato Regioni atto n. 2429 del 26/01/2006.

SCARICA LA LOCANDINA DEL CORSO

Per maggiori informazioni e iscrizioni

Segreteria organizzativa

Tel: 328 90 98 856

E-mail: giorgiosinapi@hotmail.com

FacebookTwitterGoogle+Share

Smart For Work presenta l’APERI-ENGLISH!!!

Smart for Work, in collaborazione con l’Associazione Culturale Paideia, presenta Aperi-English! Un’occasione per migliorare, divertendosi, il proprio inglese, con l’obiettivo finale di esprimersi in maniera più spigliata in questa lingua nelle occasioni di tutti i giorni o quando si va all’estero per studio, lavoro o vacanza.

Quando ti trovi all’estero ti capita di non riuscire ad ordinare da mangiare? Di arrossire mentre chiedi indicazioni per il museo che vuoi visitare? Oppure semplicemente non riuscire a socializzare come vorresti al pub o in discoteca? Se la risposta a queste domande è si, ti aspettiamo per migliorare con noi il tuo livello d’inglese all’Aperi-English.

15 incontri della durata di 1 ora e mezza ciascuno, tutti i giovedì dalle 18:30 alle 20:00 presso lo spazio di coworking Smart For Work, in Corso Appio Claudio n. 34 – lato Roma a Itri (LT). Il corso partirà al raggiungimento di un numero minimo di 10 partecipanti, tutti con conoscenze di livello base e in grado di costituire una classe omogenea.

Gli incontri saranno coordinati dalla Dott.ssa Moira Zangrillo, esperta di lingue straniere e didattica frontale e di gruppo.

Il costo è di 160€, con aperitivo e tessera associativa inclusa, per tutti e 15 gli incontri. Cosa aspetti: noi abbiamo già stappato le bottiglie, vieni e chiacchiera con noi!

Per informazioni ulteriori visitate il nostro sito internet www.smartforwork.it e la nostra pagina Facebook e/o non esitate a contattarci ai numeri 328.5337557 – 349.5130775 oppure all’indirizzo e-mail info@smartforwork.it.

Aperi-English Smart Foro Work Coworking Itri

FacebookTwitterGoogle+Share

Culturability: rigenerare spazi da condividere

Fondazione Unipolis promuove il bando “Culturability – rigenerare spazi da condividere” per sostenere progetti culturali innovativi che danno nuova vita e riqualificano spazi, edifici, ex siti industriali, abbandonati o in fase di transizione.

Cultura, innovazione e coesione sociale, collaborazione, sostenibilità economica, occupazione giovanile: questi gli ingredienti richiesti per riempire di creatività questi vuoti e restituirli alle comunità.

culturability-2016-newsNegli ultimi anni sono cresciute anche in Italia le esperienze di rigenerazione urbana. Iniziative differenti che vanno dal recupero di edifici abbandonati a percorsi di rivitalizzazione di quartieri periferici, passando per il riuso di spazi sottoutilizzati. In molti di queste realtà, la cultura rappresenta il punto di partenza per avviare progettualità dal forte impatto sociale, che nascono dal basso all’insegna di processi di collaborazione e co-progettazione tra cittadini, organizzazioni private e istituzioni pubbliche. All’origine, c’è la disponibilità di edifici inutilizzati (oltre sei milioni quelli mappati), ma anche la diffusione di nuove logiche di sostenibilità e partecipazione dei cittadini nel territorio. Tuttavia, sono ancora molti i limiti di questa tendenza, soprattutto per le difficoltà di coordinamento, la creazione di rapporti efficaci di partnership con il pubblico e la capacità di assicurare una effettiva sostenibilità economica nel tempo di queste esperienze. Per questo, Fondazione Unipolis indice un bando che si propone di intercettare e supportare proposte e progetti rappresentativi di questo modo di produrre e fruire cultura nei diversi territori del Paese.

Destinatari

Possono partecipare al bando:

  1. organizzazioni non profit e imprese private che operano in campo culturale ricercando un impatto sociale, con sede in Italia e un organo di gestione composto prevalentemente da giovani under 35
  2. reti di partenariato fra questi soggetti (il capofila deve rispettare i requisiti del punto 1, mentre i partner possono avere sede anche all’estero, presentare una natura giuridica diversa, non rispettare il requisito anagrafico)
  3. team informali composti prevalentemente da under 35

Come partecipare

La call è aperta dal 15 febbraio al 15 aprile 2015.

Per partecipare invia il tuo progetto online seguendo questa procedura:

  • collegati su www.culturability.org e vai nell’area dedicata al bando
  • leggi con attenzione il regolamento e vai nella sezione “Login e registrazione”; scegli l’opzione registrazione e inserisci: nome, cognome, email, password
  • riceverai una mail per confermare la registrazione con un link che ti rimanderà alla pagina dove potrai inserire le tue credenziali e accedere alla sezione “Compilazione form”
  • compila il modulo in tutte le sue parti (fino all’invio definitivo, potrai salvare il tuo progetto in bozza e modificarlo) e, una volta terminato, scegli l’opzione “Invia il modulo”.

Per rendere più facile la compilazione, ti consigliamo di studiare prima il facsimile del modulo online.

Perché partecipare

Fondazione Unipolis mette a disposizione 400 mila euro, tra contributi economici per lo sviluppo dei progetti selezionati, attività di accompagnamento per l’empowerment dei team, rimborsi spese per partecipare alle attività di supporto. Le prime 15 proposte selezionate parteciperanno a un percorso di formazione. Tra queste, saranno poi scelti i 5 finalisti che riceveranno 50 mila euro ciascuno e continueranno l’attività di mentoring, pronti a… rigenerare spazi da condividere! Gli altri 150 mila euro saranno utilizzati per realizzare le attività di formazione e supporto, oltre che per i rimborsi spese.

Testo completo del bando

FacebookTwitterGoogle+Share