MetroZero: presentazione ufficiale del progetto.

L’associazione di promozione sociale EDUKA e il coworking SMART FOR WORK vi invitano alla presentazione ufficiale del progetto METROZERO, prevista per giovedì 1 marzo 2018, ore 18:00, presso la Sala Consiliare del Comune di Itri, e per giovedì 8 marzo 2018, ore 18:00, presso il coworking Smart For Work, sito a Itri (LT) in Corso Appio Claudio n. 34.

Il progetto Metrozero intende promuovere la cultura e i prodotti tipici del basso Lazio attraverso la creazione di una vetrina virtuale (marketplace) che renderà facilmente fruibili a un pubblico più ampio luoghi, sapori e saperi della cultura del nostro territorio. L’intento è quello di accrescere le capacità professionali dei giovani tra i 14 e i 35 anni di età residenti nella Regione Lazio, senza distinzione di genere o estrazione sociale, attraverso la messa in rete delle attrezzature e degli strumenti informatici tipici di un coworking, ma anche tramite lo sviluppo di competenze e di laboratori formativi finalizzati alla valorizzazione e alla promozione di prodotti agroalimentari, di artigianato locale e di pacchetti turistici, attraverso il loro posizionamento sul portale di market placement Metrozero.

I laboratori formativi da attivare nei prossimi mesi saranno: grafica, video-editing, creazione e gestione siti internet e portali e-commerce, fotografia. Ciascun laboratorio prevede la partecipazione di 10 ragazzi, le cui modalità di iscrizione e selezione saranno illustrate nel corso degli incontri.

Vi aspettiamo nelle date indicate per condividere insieme le finalità del progetto e far fronte a qualsiasi vostra richiesta di chiarimento.

Per maggiori informazioni:  328.1132049 – 349.5130775 – info@smartforwork.it

Di seguito il link al questionario di iscrizione e selezione ai corsi:

Questionario selezione Metrozero

FacebookTwitterGoogle+Share

Voucher Digitalizzazione PMI: contributo 50% a fondo perduto per l’ammodernamento tecnologico delle PMI.

Voucher Imprese digitaliFinalmente è operativa la misura istituita dal Piano Destinazione Italia e la cui disciplina attuativa è stata fortemente sollecitata negli ultimi mesi dalle imprese e dalle loro associazioni di categoria. Sarà pertanto possibile concedere contributi a fondo perduto per favorire la digitalizzazione dei processi aziendali e l’ammodernamento tecnologico delle Pmi.

In particolare sono finanziabili tutte le micro, piccole o medie imprese purché abbiano la sede legale e/o unità locale attiva in Italia. Possono accedere all’iniziativa le aziende che operano in qualsiasi settore di mercato, eccetto per quello agricolo e ittico. L’obiettivo è quello di favorire la digitalizzazione dei processi aziendali e di elevare il livello tecnologico presente in azienda.

Le spese finanziabili possono infatti riguardare hardware e software, ma anche servizi di consulenza specialistica e di formazione qualificata. L’importante è che vengano rispettati i seguenti ambiti di attività:

  • miglioramento dell’efficienza aziendale;
  • modernizzazione dell’organizzazione del lavoro;
  • sviluppo di soluzioni di e-commerce;
  • connettività a banda larga e ultralarga;
  • collegamento via satellite alla rete internet;
  • formazione ICT qualificata del personale.

Le agevolazioni verranno erogate ai sensi del Regolamento de minimisa fondo perduto, fino al 50% delle spese ammissibili. L’importo complessivo finanziabile non potrà comunque essere superiore a 10.000 euro.

Dal punto di vista delle scadenze sarà fondamentale presentare la domande dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018, cercando di usufruire anche della possibilità di pre-compilare on line il modulo di domanda, attraverso la piattaforma informatica resa disponibile nella sezione dedicata del sito del MISE, a partire già dal 15 gennaio.

FacebookTwitterGoogle+Share

C(o)ulture – Laboratorio dell’Olio e dell’Oliva

Locandina A4fronteL’Assessorato alle Politiche Agricole del Comune di Itri, lo spazio di coworking Smart For Work, la Cooperativa ELP, Slow Food Lazio, in rappresentanza di una rete di associazioni, imprenditori e gruppi spontanei della società civile, organizza “C(O)ULTURE – Laboratorio dell’olio e dell’oliva “. Un’iniziativa di due giorni che si svolgerà il 9 e 10 Dicembre 2016 a Itri in cui il tema centrale di seminari, workshop, degustazioni guidate e molteplici attività sarà l’olivicoltura e lo sviluppo del territorio.

L’evento tematico nasce dall’esigenza di confrontarsi sul necessario rilancio dell’olivicoltura, come condizione imprescindibile per la piena valorizzazione in termini economici e paesaggistici della ruralità e per la tutela del territorio. L’olivicoltura, infatti, può rappresentare un vettore di crescita occupazionale e imprenditoriale ed è fil rouge che unisce la ruralità laziale.

I diversi workshop e seminari si svolgeranno presso la Sala Consiliare del Comune di Itri e presso lo spazio condiviso e di coworking Smart For Work, mentre Piazza Umberto I, Piazza Sandro Pertini e Piazza Cavone saranno allestiti stand di produttori locali e attività tematiche per grandi e piccini. Nelle 2 serate dell’evento nei locali di Itri ci sarà musica e possibilità di degustare piatti tipici.

L’evento nasce come tavolo di riflessione e confronto sulle problematiche locali legate all’olivicoltura e allo sviluppo del territorio nell’ottica di partecipazione alla sottomisura 7.4 – Sostegno a investimenti finalizzati all’introduzione, al miglioramento o all’espansione di servizi di base a livello locale per la popolazione rurale, comprese le attività culturali e ricreative, e della relativa infrastruttura e alla sottomisura 7.5 – Sostegno a investimenti di fruizione pubblica in infrastrutture ricreative, informazioni turistiche e infrastrutture turistiche su piccola scala del Piano di Sviluppo Rurale della Regione Lazio.

Di seguito il manifesto ufficiale con il programma definitivo della manifestazione

Stampa

FacebookTwitterGoogle+Share

Bando Inail Isi Agricoltura 2016

L’Inail finanzia gli investimenti per l’acquisto o il noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali o di macchine agricoli e forestali, caratterizzati da soluzioni innovative per l’abbattimento delle emissioni inquinanti, la riduzione del rischio rumore, il miglioramento del rendimento e della sostenibilità globali delle aziende agricole.

OBIETTIVO

Isi Agricoltura InailIncentivare le microimprese e le piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli all’acquisto o al noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali o di macchine agricole e forestali, caratterizzati da soluzioni innovative per abbattere in misura significativa le emissioni inquinanti e, in concomitanza, la riduzione del livello di rumorosità o del rischio infortunistico o di quello derivante dallo svolgimento di operazioni manuali.

DESTINATARI

Microimprese e piccole imprese operanti nel settore della produzione agricola primaria dei prodotti agricoli.

PROGETTI AMMESSI A CONTRIBUTO

Sono ammissibili i progetti di acquisto o noleggio con patto di acquisto di trattori agricoli o forestali o di macchine agricoli e forestali. Le imprese possono presentare una sola domanda in una sola Regione o Provincia autonoma e per un solo asse di finanziamento.

RISORSE FINANZIARIE DESTINATE AI CONTRIBUTI

Lo stanziamento complessivo per l’anno 2016, pari a 45 milioni di euro, viene ripartito nei seguenti due assi di finanziamento differenziati in base ai destinatari:

  • Asse 1: 5 milioni di Euro, riservati agli imprenditori giovani agricoltori, organizzati anche in forma societaria;
    Asse 2: 40 milioni di Euro, riservati alla generalità delle imprese agricole.

AMMONTARE DEL CONTRIBUTO

Sull’importo delle spese ritenute ammissibili è concesso un contributo in conto capitale nella misura del:

  • 50% per i soggetti beneficiari dell’Asse 1;
  • 40% per i soggetti beneficiari dell’Asse 2.

Il contributo è calcolato sulle spese sostenute al netto dell’IVA. In ogni caso, il contributo massimo erogabile è pari a Euro 60.000,00, il contributo minimo è pari a Euro 1.000,00.

MODALITÀ E TEMPISTICHE DI PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA

La domanda potrà essere presentata sul portale Inail dal 10 novembre 2016 al 20 gennaio 2017.

PRESENTAZIONE POWER POINT DELL’AVVISO PUBBLICO

FacebookTwitterGoogle+Share

Garanzia diretta  (Fondo di Garanzia per le PMI) – L. 662/96

Per poter ottenere credito o per ottenerlo a condizioni più favorevoli, le imprese, soprattutto quelle di minori dimensioni, sono sempre chiamate a presentare garanzie reali, bancarie o assicurative. Il Fondo di garanzia è stato concepito istituzionalmente per alleviare le imprese da questo gravoso onere e sulla quota del finanziamento assistita dalla garanzia del Fondo tali garanzie non possono essere acquisite. Inoltre è riconosciuta priorità nell’istruttoria e nella concessione della garanzia a quelle operazioni non assistite da alcuna garanzia reale, bancaria o assicurativa (cd “altre garanzie”).
Il Fondo Centrale di Garanzia garantisce operazioni finanziarie (finanziamenti a m/l termine e linee di fido bancarie a breve termine) a favore di PMI valutate economicamente e finanziariamente sane.

Fondo-di-garanzia-PMI

FacebookTwitterGoogle+Share